…e come sempre, è stata una cosa bella

Ed anche quest’anno è andata. E’ stato davvero un momento molto carino, il nostro pranzo sociale. E lo chiamiamo “nostro” con grande convinzione. C’erano ragazzi, genitori, atleti master. C’era un atleta molto master …il nostro grande Francesco Togo…C’erano rappresentanti delle istituzioni che hanno scelto di venire a salutarci, a passare con noi del tempo che speriamo considerino ben speso.

Il luogo era nuovo e, senza nulla togliere alla Suoneria che ci ha ospitato per tanti anni, crediamo sia stato molto apprezzato da tutti voi. Un doveroso grazie va quindi anche al Seven Village ed allo staff che ci ha accolto…

Cercando di spendere due parole sulla giornata, viene naturale un paragone cinematografico. E’ stato un pò come quando si va al cinema a vedere un film e ci si accorge di quanto tempo è passato solo quando si riaccendono le luci e si guarda con un pò di incredulità l’orologio.

Abbiamo avuto il nostro momento dell’aperitivo (uso il singolare, ma sono CERTO che in molti hanno bissato, trissato e quadrissato il flut di spritz…), abbiamo avuto i nostri antipasti, le nostre premiazioni, le chiacchiere con il tavolo accanto. Scambiato saluti, sorrisi, risate. Chiacchierato con persone che non conoscevamo…tutto fino al momento topico. Eh si, perchè la lotteria è da sempre un momento atteso da tutti. E per tutti intendo piccoli, adolescenti, grandicelli, grandi, grandissimi…E’ una tradizione con una firma, quella di Giovanni Perrone, il nostro mastro dei giochi. 

Ogni anno cerchiamo di fare in modo di avere dei premi ambiti con cui stuzzicarvi ma anche premi inguardabili per sfottere il vincitore (Riccardo Pesci ed il suo accappatoio lo trovate nelle foto della nostra home page e nella galleria qui sotto…). Ma l’arte della lotteria è inventiva, improvvisazione….facile tirare su un numero, diverso è intrattenere 170 persone per oltre un’ora. Giovanni sei stato ancora una volta un grande!

Lo spirito che da sempre abbiamo cercato di dare alla nostra società è quello di favorire momenti come quello di ieri, momenti che trovano nella pratica del nostro sport un elemento di unione ma che si basano su uno spirito che crediamo ieri sia venuto fuori in tutta la sua semplicità.

Un ringraziamento a tutti coloro che sono venuti, che hanno portato i loro figli. E’ stato bello anche ricevere dei ringraziamenti da parte vostra, ai nostri tecnici a cui avete donato un ricordo da conservare. L’Atletica Settimese è tutto questo, è una comunità, un gruppo di persone diverse che quando si ritrovano riescono a creare una armonia, un clima davvero positivo.

In chiusura ancora un paio di cose.  

Come Tano ha anticipato, dal prossimo anno la classifica sociale adulti sarà basata sul numero di partecipazioni alle gare sociali e non sui risultati ottenuti. Questo per premiare lo spirito di gruppo piuttosto che la prestazione in sè.

Questa decisione ci consente ora una maggior flessibilità nella scelta delle gare da proporvi. Potremo mettere in calendario anche gare NON competitive che potranno portarci a sperimentare posti nuovi così come espressioni nuove del mondo della corsa.

Come ulteriori novità dell’anno che ci attende, promuoveremo anche un calendario allenamenti che occuperà una sezione del nostro sito e di cui parleremo in prossime news, una volta pronto.

 

E qui sotto le foto di ieri…buona visione… 😉