Skip to content
logo strasettimo 2024 tr

STORIA DELLA STRASETTIMO

Tutto iniziò con questo improbabile volantino:

 
Era il 2007, c’erano sempre i due percorsi da 10 e da 4 km, nel parterre di partenza si potevano provare i roller ed i premi per i vincitori di categoria erano:
 

 

Venendo ad anni più recenti, come non ricordare la Strasettimo per Amatrice...le cronache dell’epoca raccontano
“Una rappresentativa dell’Atletica Settimese ha partecipato alla celebre corsa podistica Amatrice – Configno del 20 agosto, l’evento che segna la
rinascita dei luoghi colpiti dal terremoto nel 2016. La StraSettimo di quest’anno era dedicata proprio ad Amatrice e anche i fondi raccolti con la gara, circa 12mila euro, serviranno per far rivivere quelle zone così devastate. In particolare, in accordo con il sindaco di Amatrice, si sta pensando di utilizzare quella cifra per acquistare delle turbine spazzaneve in vista dell’arrivo dell’inverno. La delegazione di corridori settimesi era composta dal sindaco Fabrizio Puppo (giunto al 645° posto), Dino Sportiello (925°), Gaetano Anastasi (456°) e Sara L’Epee (387ª). “La zona rossa di Amatrice è un cumulo di macerie controllata giorno e notte dai militari. In un anno, non è stato fatto niente – ricorda Sportiello – . Ci sono i cartelli rossi, con scritto “No Selfie, zona di rispetto”. Purtroppo, siamo un paese così. Ma è stato emozionante passare di fianco ai moduli abitativi e sentire le persone che incitavano i corridori e li ringraziavano a gran voce”. Alcune magliette della StraSettimo sono state regalate ai top runner della corsa. L’evento ha coinvolto tantissimi podisti di fama internazionale come Kemboi, nazionale keniano e atleta simbolo della storia di sport d’Africa, e come le glorie azzurre Gelindo Bordin e Stefano Baldini.
Ad accogliere i settimesi, c’era Bruno D’Alessio, organizzatore della corsa e ospite in città durante la StraSettimo. “Ci siamo incontrati con il sindaco di Amatrice, Pierozzi – dice il sindaco Puppo – ed è emersa l’esigenza di pensare anche al prossimo inverno. Lì sono a mille metri d’altezza e quando nevica son problemi. Così con i soldi della StraSettimo ci stiamo informando per acquistare le turbine spazzaneve per liberare i corridoi dei moduli abitativi. Oltretutto, serviranno anche in futuro, quando l’emergenza sarà terminata”. 

Altra edizione memorabile, quella della collaborazione con MaraToma. I primi classificati assoluti maschile e femminile vinsero il loro peso in formaggio!
Riprendendo un trafiletto dell’epoca, viene ancora da sorridere per la particolarità di ciò che fu realizzato…
” Quest’anno la StraSettimo collaborerà infatti con la MaraToma ed il risultato di questa unione porterà ad avere non solo un pacco gara con contenuti gastronomici molto interessanti, ma soprattutto nel frigorifero dei primi 3 classificati uomini e donne…rullo di tamburi…..un premio in formaggio legato al proprio peso.

Avete capito bene. Il vincitore maschile e femminile porterà a casa il 100% del proprio peso trasformato in formaggio, per i secondi la percentuale sarà del 50% e del 25% per i terzi…
E l’evento della premiazione sarà unico. Una bilancia sul palco verrà usata per misurare il peso del vincitore controbilanciato dalle forme di toma corrispondenti…

Gli aspiranti vincitori sono avvisati…un frigo solo non basterà… 😉

Se in molti ricordano questa edizione per il singolare pacco gara, a noi piace ricordarla per aver sostenuto la Fondazione Veronesi e le Pink quali testimonial per la campagna di prevenzione ai tumori femminili…

 
Dell’edizione 2023 ci piace ricordare l’incredibile successo di partecipanti, circa 850 atleti, che l’obiettivo della nostra campagna solidale a favore della Fondazione Candiolo rappresentata dal presidente del Consiglio Comunale di Settimo, Carmen Vizzari che ha portato anche il sindaco, Elena Piastra, a cimentarsi sul percorso con canotta e pettorale!